Spedizioni gratuite a partire da 3kg di Parmigiano Reggiano.

Nessun prodotto è presente nel carrello

Spadarotta

Come conservare il Parmigiano Reggiano al meglio.

Nel momento in cui si acquista del Parmigiano Reggiano, solitamente i pezzi sono da 500 gr, 750 gr oppure addirittura da un chilo. Viste le quantità giornaliere consigliate, è importante conoscere tutte le accortezze da usare per conservare il prodotto in maniera sicura, igienica, e che garantisca una certa durata del prodotto.

Il primo consiglio, che è forse anche l’accortezza più diffusa, è quello di acquistare porzioni confezionate sottovuoto: questa tipologia di imballaggio, infatti, assicura una perfetta conservazione del prodotto, senza permettere al sapore del formaggio di essere intaccato da agenti esterni, come ad esempio la presenza di altri formaggi nel banco gastronomia. Però ovviamente, una volta aperta la confezione, ci si ritrova a dover conservare il parmigiano in altro modo. Ecco come farlo in maniera sicura.

 

I consigli di Spadarotta per la conservazione del Parmigiano Reggiano

Per brevi periodi di tempo, il parmigiano può tranquillamente restare a temperatura ambiente, ma in generale è consigliata la sua conservazione in frigorifero: il Parmigiano Reggiano si conserva perfettamente ad una temperatura compresa tra i 4°C e gli 8°C, avvolto in pellicola alimentare. Il film protettivo, infatti, evita che il formaggio entri in contatto diretto con l’aria e ferma quindi la formazione di umidità direttamente sul prodotto, garantendo così una più lunga conservazione. Una soluzione ancor più sicura e anche più green rispetto alla pellicola sono gli appositi contenitori per formaggio, che siano in plastica o in vetro, che vengono venduti in tutti i negozi di articoli per la cucina, e che si possono trovare anche al supermercato; oppure anche i sacchetti in cotone 100% naturale che erano soliti usare le nostre nonne: riutilizzabili e assolutamente eco-friendly.

pezzo di parmigiano

L’importante, in fondo, è tenere sempre il parmigiano coperto e isolato, lontano dagli altri cibi, perché la sua parte grassa ha la tendenza ad assorbire gli odori e la più grande nemica della conservazione dei cibi è l’umidità.

Se conservato correttamente, il Parmigiano Reggiano può durare per diversi mesi senza subire alcuna trasformazione organolettica pericolosa. Nel caso in cui si formi una leggera muffa in superficie, e non sia ancora giunta la data di scadenza indicata sulla confezione, basterà grattarla via con un coltello.

Un’ultima vitale indicazione: il parmigiano non va assolutamente congelato. Perderebbe il suo aroma e cambierebbe consistenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wine & Spirits Follow us on instagram
This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.

Made with love by Qode Interactive

X