Spedizioni gratuite a partire da 3kg di Parmigiano Reggiano.

Nessun prodotto è presente nel carrello

Spadarotta

marchiatura DOP parmigiano

Cosa significa Parmigiano Reggiano DOP?

La D.O.P., acronimo che sta per Denominazione di Origine Protetta, è un marchio di tutela giuridica della denominazione attribuito dall’Unione Europea ad alimenti le cui peculiari caratteristiche qualitative dipendono esclusivamente (o quasi) dal territorio della loro produzione. Caratterizza, quindi, tutti quei prodotti tipici che hanno una provenienza ben precisa, che vengono prodotti solo in una determinata area geografica e la cui produzione sia tracciabile fin dall’origine. Nel solo panorama italiano, sono marchiati DOP 400 vini e 260 prodotti alimentari, tra cui anche il Parmigiano Reggiano.

Quando si parla di Denominazione di Origine Protetta, si fa riferimento a prodotti provenienti da una precisa area geografica, ma non solo in senso stretto: la DOP viene assegnata a prodotti che rispettano le regole del disciplinare di produzione di un determinato prodotto, la cui supervisione è affidata ad un organismo di controllo indipendente.

Nel caso del Parmigiano Reggiano, che ha ottenuto la DOP europea nel 1992, si occupa della supervisione il Consorzio del Parmigiano Reggiano, un ente con alle spalle una storia secolare e un’organizzazione impeccabile.

 

Le regole della DOP per il Parmigiano Reggiano

marchio DOP parmigiano

Quali caratteristiche deve avere un Parmigiano Reggiano per ottenere il marchio DOP? Ecco alcuni dei punti salienti del disciplinare:

  • La produzione deve avvenire esclusivamente nelle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Mantova (solo a destra del fiume Po) e Bologna (solo a sinistra del fiume Reno).
  • Deve rispettare le caratteristiche di peso, forma e misura previste dal disciplinare.
  • Non deve contenere al suo interno additivi.
  • Almeno il 75% dell’alimentazione secca delle vacche da latte usate per la sua produzione deve essere prodotta all’interno della zona geografica, e l’allevamento dei bovini deve avvenire esclusivamente nella zona geografica delimitata.
  • Tutte le fasi della produzione, dalla mungitura alla stagionatura, devono avvenire dentro i confini della zona geografica indicata dal disciplinare.
  • Le fasi della produzione devono essere quelle indicate dal disciplinare di produzione.
  • Le forme devono stagionare per un minimo di 12 mesi.

Queste sono solo alcune delle indicazioni contenute nel disciplinare di produzione del Parmigiano Reggiano: il Parmigiano Reggiano viene prodotto con una cura e un’attenzione senza eguali. Le fasi della sua produzione sono peculiari e uniche. Ecco perché il risultato è un prodotto di altissima qualità e dal gusto inimitabile.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wine & Spirits Follow us on instagram
This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.

Made with love by Qode Interactive

X